concorso infanzia primaria scuola

Possono partecipare al concorso tutti i docenti abilitati della scuola primaria e dell’infanzia con diploma magistrale o diploma sperimentale ad indirizzo linguistico conseguiti entro l’anno 2001/02.
Possono partecipare inoltre i docenti laureati in Scienze della Formazione con due annualità di servizio attivo presso scuola statale anche non continuativo.
Per i docenti di sostegno sarà necessario il titolo di specializzazione, che potrà essere conseguito anche dopo il servizio attivo utile come requisito di accesso.
Per tutti i docenti in possesso di titoli abilitanti conseguiti all’estero, sarà il Miur a definire le modalità di validazione e l’accettazione delle domande.
La domanda di partecipazione potrà essere inviata ad una sola regione uguale o diversa a quella di residenza tramite istanza online.
Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato al trentesimo giorno successivo alla pubblicazione del bando.
Il contributo di segreteria per ogni istanza è di € 10,00.

PROVA ORALE

La prova orale avrà una durata di 30 minuti e consiste nella progettazione di un’attività didattica in cui si evincano metodologie e competenze del docente.
Sarà previsto inoltre durante la prova orale l’accertamento della lingua straniera con due domande mirate a cui il candidato dovrà rispondere in lingua, inerenti l’ambito didattico di appartenenza.
Il livello richiesto è il B2, attestabile previa certificazione dell’Ente.
Il punteggio massimo conferito alla prova orale sarà di 30 punti, mentre i titoli saranno soggetti ad una valutazione massima di 70 punti.
Il punteggio conferito ai titoli di accesso verrà espresso in centesimi e arrotondato al voto superiore eventuali frazioni superiori a 0,5.
Nel caso in cui il punteggio non sia calcolabile, si attribuirà un valore forfettario di 1,56.
Il punteggio massimo attribuibile al titolo d’accesso è pari a 5 punti, mentre per i laureati in SFP è previsto un punteggio aggiuntivo pari a 5 punti.
Nel caso di abilitazioni conseguite per infanzia e primaria con un unico percorso, il punteggio va attribuito a ciascuna delle relative procedure concorsuali (se si partecipa per entrambe).
Ciascuna graduatoria comprenderà tutti i docenti partecipanti, in quanto la procedura non è selettiva e sarà utilizzata ai fini delle immissioni in ruolo, sino all’esaurimento.
Il 50% dei posti sarà assegnato alle GAE  e l’altro 50% dei posti sarà assegnato ai concorsi secondo le percentuali e l’ordine seguente:

  1. Concorso 2016 sino ad esaurimento dei vincitori;
  2. Concorso straordinario e Concorso ordinario con quote del 50% ciascuno.

L’immissione in ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie ha come conseguenza la decadenza dalle altre graduatorie del concorso (straordinario), dalle graduatorie di istituto e dalle graduatorie ad esaurimento
La rinuncia al ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie regionali comporta la decadenza soltanto dalla relativa graduatoria.
Non si decade dalle GM 2016.
La Commissione di valutazione facente capo il riempimento delle liste annesse alla graduatoria finale sarà composta da un professore Universitario, un Dirigente Scolastico e un Dirigente Tecnico, e due docenti tra cui un titolare di Lingue straniere che possa accertare la competenza linguistica dei candidati esaminati.
A ciascuna commissione verrà assegnato un segretario amministrativo e un comporta da esaminare di massimo 500 candidati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *